Prestiti personali: quali finanziamenti online valutare

Prestiti personali: quali finanziamenti online valutare

Sono in molti tra istituti di credito, finanziatori online e finanziatori privati che erogano prestiti personali. Tuttavia i termini e le condizioni del prestito, che alla fine incidono sull’importo totale che dovrà essere rimborsato, possono variare anche sensibilmente tra l’uno e l’altro. Per questo, è molto importante valutare bene prima di firmare il contratto di prestito.

Sono ancora molte le persone che si apprestano a richiedere un prestito senza essersi preventivamente informate circa tutte le opzioni e le caratteristiche che concorrono per il calcolo degli interessi e della rata di un prestito.

Molti istituti di credito possono fornire dei preventivi per mostrare i tassi di interesse e le commissioni che si pagherebbero nell’eventualità si scegliesse quella stessa soluzione. Saltare l’importante studio di verifica di più preventivi, a condizioni diverse, può risultare un errore costoso poiché la ricerca delle diverse opzioni di prestito consente di confrontare più offerte e scegliere il prestito personale più giusto per le proprie necessità e per le proprie tasche.

Esistono online moltissimi tanti tool e strumenti come calcolare prestito che offrono la possibilità di effettuare delle vere e proprie simulazioni di finanziamento, mostrando anche tutto l’ammontare di interesse da pagare rata per rata durante il piano di ammortamento.

L’importanza di un prestito personale

La sottoscrizione di un prestito personale è il metodo più semplice per ottenere liquidità per pagare in contanti delle grossi spese. Il fatto che il prestito serve, non significa però che si deve accettare la prima offerta che si riceve.

È importante confrontare le condizioni di prestito di più istituti di credito prima di decidere quale è giusto per le proprie esigenze. Ecco alcune risorse per capire come cominciare lo studio.

Richiedere un prestito è una decisione che può influenzare le proprie finanze per diversi anni. Quindi è importante prendere nota dei termini di prestito che offrono le diverse banche o i finanziatori, in modo da capire quali sono tutte le opzioni disponibili, e scegliere al meglio il prestito.

Economiatoday vi offre nel dettaglio quali sono i criteri da considerare quando si richiede un prestito online, o meno.

Tassi di interesse

Il tasso di interesse è generalmente il fattore che maggiormente influenza l’importo totale da restituire, quindi l’obiettivo deve essere quello di ottenere il tasso più basso possibile. La percentuale del tasso di interesse può variare in base al finanziatore, alla propria credibilità verso la banca e a molti altri fattori.

Infatti, i richiedenti che hanno uno storico con buoni punteggi di credito con la banca possono beneficiare di tassi più favorevoli rispetto a chi ha una cattiva reputazione come pagatore.

Tuttavia diversi istituti di credito possono adottare criteri differenti per l’approvazione di un prestito, quindi ha senso richiedere dei preventivi anche da altre banche.

La gamma dei tassi di interesse per i prestiti personali è ampia: il TAN può variare dal 5% al 15%.

Costi aggiuntivi

Un altro importante fattore che influisce sul costo totale del prestito sono le commissioni totali applicate al finanziamento. Alcuni prestiti non prevedono commissioni: questo si ha quanto TAN e TEAG sono la stessa percentuale.

Solitamente i prestiti hanno comunque dei costi di commissioni che possono essere:

  • Commissione di apertura e chiusura. Alcuni istituti di credito applicano un costo per l’elaborazione della domanda di prestito, l’erogazione dei fondi e la chiusura del prestito. Le principali banche applicano un costo che vale solitamente l’1% dell’importo del prestito. Solitamente sono dei costi aggiuntivi che vengono applicati solo sulla prima rata del prestito.
  • Commissioni di elaborazione. La banca può addebitare una commissione per l’elaborazione del pagamento di ogni rata.
  • Commissioni per ritardi di pagamento. Il ritardo nel pagamento della rata porta ad un costo aggiuntivo da sostenere a chi eroga il prestito. Prima di aprire un finanziamento è utile chiedere alla banca anche il costo aggiuntivo.

Penali di estinzione prestito. Anche se il rimborso anticipato del prestito può sembrare un buon modo per risparmiare sugli interessi, potrebbe essere un’arma a doppio taglio.

Alcuni istituti di credito addebitano una penale per estinzione anticipata se si paga il saldo totale prima della scadenza del termine del prestito.

Importo prestito e condizioni di rimborso

I prestiti personali che vengono erogati sono spesso da circa 1.500 a 50.000 euro, con durata di rimborso da 1 a 7 anni, a seconda del finanziatore.

Se si sceglie un prestito con una durata più breve, in genere si pagheranno meno interessi complessivi, ma i pagamenti mensili del prestito saranno molto probabilmente più elevati.

Se invece si sceglie un prestito che ha una durata di ammortamento più lunga, la rata potrebbe essere inferiore, ma probabilmente si pagheranno di più in interessi totali.

La frequenza delle rate

L’importo totale di interessi da pagare dipende anche dalla frequenza delle rate. In pratica l’ammortamento alla francese a rate costanti prevede che più frequente sia la rata, meno interessi totali si pagheranno.

Ciò significa che un prestito con rimborso a rata mensile avrà un totale di interessi minore rispetto ad un prestito con rata semestrale o annuale.

Ivano Vangone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *